Trial con Everolimus sui pazienti affetti da LAM

La linfangioleiomiomatosi (LAM) é una possibile complicazione della sclerosi tuberosa che può colpire le donne generalmente tra i 20 e 40 anni. I sintomi possono includere mancanza di respiro, pneumotoraci, dolore toracico, tosse, o fatica.

Ad oggi non esistono cure che interrompano o rallentino la progressione della malattia. Tuttavia sono in corso in America e diversi paesi Europei, ad esempio Francia e Inghilterra, sperimentazioni su farmaci che promettono risultati incoraggianti. Si tratta dell’Everolimus e dello Sirolimus, immonusupressori che sembrano diminuire la proliferazione delle cellule LAM, responsabili della distruzione dei tessuti sani del polmone. La sperimentazione è partita anche in Italia presso l’Unità Operativa  di Pneumologia del Dottor Sergio Harari, all’Ospedale San Giuseppe a Milano.

Coloro della nostra Associazione che sono interessati possono anche rivolgersi a:

Carla Fladrowski Ferrara Cell. AST: 338.7717673

Raffaella Cavalleri Cell AST: 338.7154761;

Patrizia Petroni Cell AST: 338.6239659.